2019

Workshop in(TRAS)formazione

Sabato 3 Febbraio dalle 10.00 alle ore 17.00
 
Dopo gli incontri di novembre e dicembre, torna l'appuntamento presentato da Roberto Ceschina - Innovation Group con Pino De Sario, psicologo e direttore della Scuola Facilitatori.
 
Questo terzo  #workshop formativo "Intelligenza emotiva al lavoro" conclude il percorso in tre tappe, dedicato alla tematica FAR FUNZIONARE I GRUPPI. Dopo aver appreso gli strumenti di facilitazione per far funzionare i gruppi e le tecniche per una comunicazione efficace, questa terza giornata sarà dedicata ad esplorare l'interessante tematica dell'Intelligenza emotiva al lavoro per poter imparare ad allenarsi a creare ambienti più felici.
 
Il numero dei posti è limitato, chi è interessato a partecipare trova tutte le informazioni qui http://bit.ly/IG-scuola-facilitatori.
 
 

In(TRAS)formazione sviluppa una serie di appuntamenti capaci di creare  un vero e proprio percorso di formazione attraverso la collaborazioni di personaggi qualificati nel mondo della formazione, del coaching e del mentoring 
Innovation Group ha scelto ha scelto di realizzare questa collana di appuntamenti presso Magazzini Oz e con la sua collaborazione per evidenziare quando l'aspetto umano, sociale e di valorizzazione di ogni tipo di competenze, presenti in ciascuno di noi, sia importante e fondamentale per crescere professionalmente e non solo. 
 
 
 
 

Serata Shiatsu a MagazziniOz

Mercoledì 15 novembre a MagazziniOz
dalle ore 17,30 alle ore 19,30

La sede di Torino di Accademia Italiana Shiatsu Do compie 25 anni di attività e abbiamo deciso di festeggiarli a MagazziniOz insieme a CasaOz perché tutti ci occupiamo di benessere e operiamo nel sociale.

Shiatsu Do significa “la via dello shiatsu” cioè la via del benessere, perché lo shiatsu dà benessere a chi lo pratica e a chi lo riceve.
Una serata per chi vuole conoscere questa disciplina, ricevere un trattamento o avere informazioni più dettagliate sullo shiatsu e sulle nostre attività.

I trattamenti sono ad offerta libera e l’intero ricavato è devoluto a CasaOz.

Il meraviglioso Mondo di Oz

I MagazziniOz promuovono e ospitano la mostra
IL MERAVIGLIOSO MONDO DI OZ
per ripercorrere le tappe più importanti
della storia editoriale in Italia
del Wonderful Wizard of Oz di L. Frank Baum,
uscito a Chicago nel 1900.

La prima edizione italiana fu pubblicata a Torino nel 1944
grazie ad una giovane e affermata traduttrice,
Maria Luisa Agosti Castellani.

Dal 13 al 24 ottobre 2017
a MagazziniOz
via Giolitti 19/a Torino

Ingresso libero alla mostra

Orari:
dal Martedì al Sabato dalle 11 alle 19. 

Sabato 21 ottobre | Laboratorio
LE ARTI MAGICHE DEL GRANDE MAGO

le famiglie in visita alla mostra Il Meraviglioso Mago di Oz sono invitate a partecipare al laboratorio Le arti magiche del Grande Mago, a cura di Nadia Celeghini, illustratrice e dott.ssa in Storia della Letteratura per Ragazzi.
I partecipanti potranno seguire in modo attivo e divertente il racconto del fantastico viaggio alla Città degli Smeraldi attraverso l’utilizzo di oggetti, costumi e accessori “di scena”. Al termine, metteranno in pratica le ricette del grande Oz per preparare la bevanda del Coraggio da offrire al Leone Fifone e le istruzioni per fabbricare il Cuore del Boscaiolo di latta e il Cervello dello Spaventapasseri.

Orario:
sabato 21 ottobre, alle 15 e alle 17. Durata: 1 ora e mezza/2 ore

È gradita la prenotazione allo 011 0812816  o scrivendo a
 info@magazzinioz.it

 

 

 


La onlus CasaOz, in collaborazione con la Fondazione Tancredi di Barolo, dedica una rassegna alla storia editoriale del Wonderful Wizard of Oz di L. Frank Baum, libro edito nel 1900 da cui si ispira l’associazione per dare il nome alla casa che, da un decennio, accoglie, sostiene e accompagna i bambini e i loro nuclei familiari, quando si trovano a vivere l’esperienza della malattia e della disabilità, qualunque essa sia.

Il viaggio di Dorothy attraverso terre, colori, animali e personaggi misteriosi nel racconto “Il mago di Oz” è per CasaOz metafora della malattia in cui si alternano i sentimenti più vari e contrapposti. Dalla frammentarietà e dal disorientamento causato dalla diagnosi e dalla prognosi, la volontà è quella di ritrovare un nuovo equilibrio che è possibile, nonostante la malattia, e che consente di fronteggiarla meglio: questo è il lieto fine.

La mostra ripercorre le tappe più importanti della storia editoriale in Italia del Wonderful Wizard of Oz di L. Frank Baum, che uscì a Chicago nel 1900, primo di un ciclo di ben 14 romanzi per ragazzi pubblicati con grande successo tra il 1900 e il 1920. Un’attenzione particolare è dedicata alle edizioni italiane pubblicate negli anni Quaranta proprio a Torino, grazie ad una giovane, ma già affermata traduttrice, Maria Luisa Agosti Castellani, che preparò per la S.A.S. la prima versione italiana del Wizard negli anni in cui l’autarchia fascista respingeva le proposte letterarie di matrice anglosassone. Le avventure della piccola Dorothy, dai toni positivi e rassicuranti, comparvero in Italia nel 1944 e contribuirono a far giungere in un momento tragico una ventata di ottimismo.

Al primo volume, edito con il titolo “Nel regno di Oz” e illustrato da M. L. Ferro Pellizzari (in arte Miki), seguirono altre quattro traduzioni di altrettanti volumi della saga, di fatto non più riproposti in Italia fino a tempi molto recenti, ed una Bibliotechina Oz in otto piccoli libri a colori dal titolo “Amici di Dorothy”.

Tra il 1948 e il 1949, contestualmente alla distribuzione nelle sale italiane del celeberrimo film di Victor Fleming, con Judy Garland nella parte di Dorothy, comparvero adattamenti tratti dalla sceneggiatura del film e illustrati dai fotogrammi originali, nonché la prima versione italiana a fumetti del Mago di Oz, disegnata da Carla Ruffinelli.

Ancora negli anni ‘40 fu l’editrice milanese Corticelli a proporre Il mago di Oz illustrata da A. Bonfanti (1949) mentre negli anni Cinquanta e Sessanta si diffusero edizioni popolari, riduzioni e adattamenti, tra cui spicca un coloratissimo volume di grande formato magistralmente interpretato da L. Maraja edito da Fabbri nel 1957.

Nella metà degli anni Sessanta un giovanissimo Roberto Raviola (Magnus) si cimentò nella rappresentazione del Mago di Oz in una riduzione edita da Malipiero, mentre gli anni Settanta si caratterizzano per importanti nuove traduzioni, come quella di Masolino D’Amico per Mondadori, che rilanciò l’opera in senso letterario. Lo stesso editore curò negli anni Ottanta alcuni adattamenti tratti da Return to Oz (1985), soggetto cinematografico della Walt Disney Pictures, a sua volta ispirato ai primi libri del ciclo di Oz. La SEI di Torino propose tra gli anni Settanta e Novanta un’edizione dopo l’altra del Mago di Oz, tra cui emergono quella del 1987, magicamente interpretata dal pittore Luciano Proverbio, e quella del 1991 con le belle chine di Sandro Lobalzo.

La rassegna termina alle soglie del 2000 con l’originale riduzione di Paola Rodari e Nicoletta Costa (1992), nella decade in cui Il Mago di Oz si è ormai consolidato anche in Italia come un classico della letteratura per ragazzi e si avvia a diffondersi in vesti editoriali sempre più pregevoli e artisticamente interessanti.

A ospitare l’esposizione, i MagazziniOz, luogo di incontro, formazione e studio nel centro della città di Torino, che include un negozio, una caffetteria e un ristoro. Nati nel 2014 su iniziativa di CasaOz, sono una cooperativa sociale pensata e realizzata per promuovere e dare sostegno al progetto e al servizio sociale della onlus, grazie in particolare alla formazione professionale e all’inserimento lavorativo di giovani con disabilità o affetti da patologie croniche.

 

STORIE DI VITA E QUOTIDIANITÀ

Dal 26 settembre al 24 ottobre 2017

I MagazziniOz ospitano una mostra fotografica dei primi 10 anni di CasaOz,
luogo di accoglienza per i bambini che incontrano la malattia e le loro famiglie,
una casa vera e propria dove ritrovare la quotidianità perduta

MagazziniOz
Via Giolitti, 19 – Torino
Ingresso libero

Torino. Marco è stato il primo bambino a varcare la soglia. Era il maggio 2007. Da quei primi passi fatti con lui, i bambini passati a CasaOz sono stati quasi 2000. E con loro, le famiglie, gli educatori, i volontari. Nasce da questi volti “10 anni di CasaOz: storie di vita e quotidianità”, un racconto per immagini di una vera e propria casa, che, da un decennio, accoglie, sostiene e accompagna i bambini e i loro nuclei familiari quando si trovano a vivere l’esperienza della malattia e della disabilità, qualunque essa sia.

In un decennio CasaOz è cresciuta, ha consolidato i servizi e ampliato l’offerta di attività pensate per recuperare quotidianità e uscire dall’isolamento sociale provocato dalla malattia stessa. Ha visto bambini combattere la malattia. Ha aiutato genitori a non arrendersi di fronte alle difficoltà. Ha reso naturale la disabilità. Ha festeggiato compleanni. Ha stimolato la creatività dei bambini e dei ragazzi attraverso la musica, il teatro, la radio. Ha contribuito a garantire alle famiglie momenti di svago e di spensieratezza. Di tutto questo percorso esiste una traccia forte: le fotografie. La miglior testimonianza di tutto ciò che è stato, continua a essere e sarà grazie al sostegno di chi crede nei progetti della onlus.

Le fotografie, scattate da Paolo Saglia e Davide D’Ambra, raccolte lungo questi 10 anni e scelte per l'occasione, sono esposte lungo quattro percorsi – “quotidianità che cura”, “incontrarsi a casa”, “bellezza nella vita”, “essere bambini” – e descrivono cosa significa davvero accogliere e donare ogni giorno. A tradurre le immagini in parole, la scrittrice Chiara Gamberale, che, nell’inedito testo che introduce la mostra, inizia raccontando la prima sensazione vissuta varcando la soglia di CasaOz: “Entri a Casa Oz ed eccola lì che ti arriva addosso, subito. Pazza, inesorabile, saggia, lenta, velocissima, arrendevole e prepotente: la vita”.

A ospitare l’esposizione, i MagazziniOz, luogo di incontro, formazione e studio nel centro della città di Torino, che include un negozio, una caffetteria e un ristoro. Nati nel 2014 su iniziativa di CasaOz, sono una cooperativa sociale pensata e realizzata per promuovere e dare sostegno al progetto e al servizio sociale della onlus, grazie in particolare alla formazione professionale e all’inserimento lavorativo di giovani con disabilità o affetti da patologie croniche.

“Da 10 anni aiutiamo le famiglie ad affrontare uno dei momenti più difficili della vita, la malattia di un figlio – dichiara Enrica Baricco, Presidente di CasaOz – Raccontare il sociale si può e per questo primo decennale abbiamo scelto di farlo attraverso i volti, i sorrisi, le persone che hanno varcato CasaOz. Da queste immagini si inizia a guardare al futuro con nuovi obiettivi da raggiungere, forti delle esperienze passate e dei risultati raggiunti nel corso degli anni”.

A sostenere la mostra, SKF Italia, le cui “attività volte a garantire un contributo positivo alle comunità in cui l’azienda opera - spiega il direttore della comunicazione di SKF Italia Roberto Zaina - spaziano dal sostegno allo sport e della cultura fino all’aiuto per chi si trova in situazioni di difficoltà. Per questa ragione, a partire da quest’anno SKF Italia ha deciso di supportare concretamente CasaOz e siamo orgogliosi di essere tra coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questa mostra – ha concluso Zaina – che sottolinea il grande impegno profuso durante questi primi 10 anni di lavoro”.

La mostra è realizzata inoltre grazie alla disponibilità e alla collaborazione di Reale Mutua, a fianco della onlus da anni, e al supporto tecnico di Nikon.

Ingresso libero alla mostra.
dal martedì al sabato dalle 11 alle 19

MagazziniOz a MAZE

Anche MagazziniOz partecipa a MAZE Street festival che si terrà presso l' Ex Borsa Valori di Torino e Piazzale Valdo Fusi dall' 8 al 10 Settembre, con esposizione di fashion brand internazionali, sfilate di moda, contest di skate e street-dance, tornei di basket, esposizioni street-art, serate e concerti.

Nei giorni del festival, presentando ai MagazziniOz il biglietto di ingresso,avrai diritto ad uno sconto del 10% sulle consumazioni.

Per maggiori info

Per comprare i biglietti

Laboratorio di Superheroes

a cura di Revejo

Descrizione
Torna #Superheroes, l'unico laboratorio per ragazzi che vi farà scoprire e conoscere i segreti dei vostri supereroi preferiti. Scopriremo tutto: armi, amici, nemici, superpoteri...a ella fine di ogni laboratorio una grande sorpresa: i supereroi ci verranno a trovare in carne ed ossa!. 

PER SCOPRIRE DI PIÙ E SAPERE LE DATE DEI NUOVI INCONTRI SEGUICI SU SITO E SU FACEBOOK!

 

SALONE OFF – Giuseppe Zucco dialoga con Nicola Lagioia

Giovedì 13 Luglio ore 18.30 – Ingresso gratuito

Giuseppe Zucco presenta "Il cuore è un cane senza nome" ai MagazziniOz all'interno del ciclo di incontri SaloneOFF promosso dal Salone Internazionale del Libro.

Con l'autore interviene Nicola Lagioia.

Il romanzo:
Un uomo viene lasciato dalla donna che ama. All’inizio sembra prenderla bene, va al lavoro, esce con gli amici, continua la sua vita come nulla fosse. Poi una mattina scopre di guaire. Un guaito gli sfugge incontrollabile dalle labbra e prende a seguirlo ovunque, ogni volta che il ricordo di lei torna a fargli visita.

Straziato per l’abbandono e timoroso di mostrare in pubblico quella debolezza, l’uomo si isola sempre di più, ma anche così non sfugge al suo destino. Una notte, sfinito e al colmo della disperazione, si trasforma in un cane, e con quel corpo nuovo lascia la sua casa e si avventura in territori sconosciuti. L’uomo che guaisce, il cane senza nome, inizia un viaggio vertiginoso e struggente alla ricerca della donna. Scoprirà così che l’amore non è solo un sentimento, una forza oscura, un campo magnetico dentro il quale le cose più sorprendenti accadono, ma è un mondo intero, tenero e terribile insieme. Con Il cuore è un cane senza nome Giuseppe Zucco conferma e reinventa un verso di Emily Dickinson, «che l’amore è tutto quanto c’è», raccontando una storia indimenticabile con una scrittura calda, luminosa e delicata.

WE ARE ALL STRANGE

Sabato 1 luglio dalle ore 15 ai MagazziniOz
"We are all strange": 
esposizione e performance live di Marco Sciarpa

Come ci descriverebbe un extraterrestre guardandoci da fuori? 

Parte da qui la ricerca artistica di Marco Sciarpa, giovane artista poliedrico, nato a Carmagnola. Laureato in Transportation design presso lo IED di Torino, dove dal 2012 insegna, lavora come senior designer presso il Centro Stile Fiat fino al 2015. Ha ideato e creato il progetto Elettrolisa e la linea d’abbigliamento 00X. Vanta numerose mostre personali e collettive e ha già ricevuto molti riconoscimenti artistici. Alcune sue opere sono esposte a New York e in Svezia ed è stato resident artist e direttore artistico della galleria d’arte “Elettroshock arte contemporanea” di Torino.

Scopre i MagazziniOz e si innamora della loro capacità di includere la diversità e accogliere e proporre tematiche sociali in modo nuovo e inclusivo. 

Il 1 luglio porterà nel cortile dei MagazziniOz una parte delle sue opere originali e proporrà una performance artistica a più mani, per ragionare assieme sul concetto di ‘diverso’ e ‘normale’. 

 

Riforma del Terzo Settore: istruzioni per l’uso

28 giugno ore 17.30 a MagazziniOz in via Giolitti 19/a a Torino

Manca poco al via libera del governo alla riforma del terzo settore. I tre decreti licenziati dal Consiglio dei Ministri faranno nascere un terzo settore nuovo, con nuove agevolazioni ed adempimenti che daranno spinta e sicurezza all’attività sociale delle organizzazioni.

Abbiamo sentito l'esigenza di fermarci e ragionare, per spiegare quali opportunità porterà questa riforma, quali scenari si apriranno e quali vantaggi permetterà al settore del fundraising.

Come CasaOz e MagazziniOz, insieme ad Assif, Associazione Italiana Fundraiser e al Forum del Terzo Settore piemontese, abbiamo organizzato un incontro dal titolo “Riforma del Terzo Settore: istruzioni per l’uso”, il 28 giugno, alle ore 17.30, presso la sede di MagazziniOz, in Via Giolitti 19/A.

Con Carlo Mazzini, Consigliere di ASSIF e da oltre 20 anni esperto di legislazione degli enti non profit e fiscalità, parleremo degli effetti diretti che i decreti avranno sulle organizzazioni in relazione alla raccolta fondi e all’amministrazione. Insieme a lui, Marco Canta, portavoce del Forum Terzo Settore del Piemonte, oltre che socio di CasaOz e della cooperativa MagazziniOz.

Aspettiamo tutti gli interessati, organizzazioni non profit, amministratori e fundraiser.

Ingresso libero, gradita conferma di partecipazione.

Per info e iscrizioni: gruppo.piemonte@assif.it

In equilibrio sopra la follia – Flower Festival

Martedì 4 e 11 luglio ore 18.30 ai  MagazziniOz

Due appuntamenti a cura di il Circolo dei lettori e Flowers Festival
in collaborazione con MagazziniOz

Ordine e caos // mostri e normali sono dicotomie che da sempre serpeggiano nelle società, fonti di paure collettive e di soluzioni troppo spesso sbagliate.  A questo tema è dedicato il percorso del Flowers Festival (11-22/7) collegato al quarantennale della Legge Basaglia, che permise la chiusura del più celebre manicomio italiano, nella Certosa di Collegno, location della sezione musicale.

Il Circolo dei lettori e MagazziniOz, entrambi da sempre interessati alle storie – di luoghi, persone e sentimenti -, collaborano al festival con due appuntamenti che arricchiscono il dibattito sulla ricerca di una via alternativa alla costruzione di divisori, reclusioni, torture.
Modera gli incontri Fabrizio Gargarone, direttore artistico Flowers Festival.

martedì 4 luglio ore 18.30

Pier Maria Furlan
Sbatti il matto in prima pagina (Donzelli)
con la direttrice di CasaOz Carla Chiarla, psicologa
L’autore – oggi accademico, negli anni della Legge Basaglia teamchief che guidò la chiusura definitiva dei manicomi torinesi di Collegno e Grugliasco – ha censito 1.200 tra articoli di attualità, inchieste e fondi pubblicati tra il 1968 e il 1978, testimoniando l’enorme importanza dei giornali italiani nel sensibilizzare l’opinione pubblica sugli orrori nascosti dentro le mura degli ospedali psichiatrici e sulla necessità di una regolamentazione che tenesse conto della dignità umana.

martedì 11 luglio ore 18.30

Alberto Gaino
Il manicomio dei bambini (EGA – Edizioni Gruppo Abele)
con Marco Fracon, Ph.D in Filosofia teoretica Università di Torino
«Pericoloso a sé e agli altri»: anche un bimbo di tre anni poteva essere consegnato in manicomio con questa formula.  Gli istituti di cura mentale erano discariche sociali di relitti e persone rotte, dove la disumanizzazione era all’ordine del giorno.  Il giornalista ha raccolto otto storie di minorenni, vittime d’abbandono o solo monelli, lasciati a marcire dietro quei muri, legati mani e piedi per giorni o in balia del gelo invernale.

 

info e prenotazioni 011 4326827 | info@circololettori.it

Never Give Up

 MagazziniOz e il Circolo dei lettori insieme, per CasaOz. 
Perché vivere e raccontare il sociale in maniera nuova è possibile. 

Resiliente è chi, come i metalli, se urtato non si spezza. Può avere graffi, lividi, essere arrabbiato, ma non si lascia scalfire.
Anzi fa di difficoltà virtù, per reagire. E vivere.
Perché le ferite si rimarginano e il negativo si può trasformare nel suo contrario. lo raccontiamo in never give up: un laboratorio per bambine e bambini coraggiosi e cinque storie esemplari di persone che non hanno mollato.

Tutti gli incontri sono ad ingresso libero

Al termine degli incontri, fermati per l’aperitivo al Bistrot dei MagazziniOz!

Mercoledì 7/6 ore 18.30 – Alessandra Sarchi "La Notte ha la mia voce" (Einaudi)

Una giovane donna, dopo aver perso l’uso delle gambe, sente di abitare un corpo che non le appartiene piú, in esilio dal territorio dei sani. Il romanzo è una confessione coraggiosa e asciutta sui giorni in sedia a rotelle, la rabbia, le scarpe buttate via, la possibilità di uno sguardo nuovo, che è anche dolce liberazione, perché rivela il desiderio di vita che, al di là di ogni limite, perdura in tutti. Con Elena Masuelli, giornalista.

Giovedì 8/6 ore 18.30 – Fiamma Satta "Io e Lei" (Mondadori)

La sclerosi multipla è l’«io» del titolo, «lei», invece, è la storica voce di Radio 2, affetta da anni dalla malattia, che non le impedisce tuttavia di vivere appieno. Il romanzo narra quella che è «paradossalmente una storia d’amore». Voce narrante è il “male” stesso, dissacrante e irascibile, che rimane qualcosa con cui l’autrice non si identifica, perché lei è anche altro, è soprattutto altro. Con Maurizio Crosetti, giornalista.

Sabato 10/6 ore 16 – Che Paura! – Laboratorio per Bambini

con Barbara Frandino a partire dal libro Fabbri
È vero che una volta un bambino ha messo la mano nel buio e non l’ha più ritrovata? E se mamma e papà divorziano, del gatto uno si prende la coda e l’altra i baffi? La paura è un’emozione utilissima, se si sa gestire. Scegliamone alcune, trasformiamole in piccoli mostri e creiamo per ognuna un vero e proprio identikit mostruoso. Meglio conoscerlo, il nemico!

5-11 anni | iscrizione obbligatoria 011 4326827 - info@circololettori.it

Mercoledì 14/6 ore 18.30 – Antonio Dikele Distefano "Chi sta male non lo dice" (Mondadori)

Tossicodipendente lui, lei tormentata dall’ultimo pianto della madre prima che morisse, Yannick e Ifem si conoscono durante un dibattito sull’immigrazione, si innamorano. La storia del romanzo parla di due ragazzi, di mancanze e abbandoni, di come è difficile credere nella vita quando ti toglie troppo, ma anche di come i fiori spuntano pure nel cemento, l’importante è non rinunciare.

Mercoledì 21/6 ore 18.30 –  Anna Oliverio Ferraris "Piccoli bulli e cyberbulli crescono" (Bur)

Le violenze fisiche e psicologiche, dentro e fuori da scuola, e le persecuzioni virtuali hanno sempre più spesso conseguenze tragicamente reali. Costante preoccupazione di genitori e insegnanti, il bullismo con le sue molteplici forme è oggetto del saggio, che lo indaga in tutti gli aspetti per capire e trovare soluzioni, imparare a farsi ascoltare e intervenire nel modo più efficace. Con Antonella Anichini, neuropsichiatra infantile.

Mercoledì 5/07 ore 18.30 – Se hai sofferto puoi capire (chiarelettere)

con i medici Angelo Ascari e Simona Trotta, Ospedale Sacco di Milano

L’hiv? Per Giovanni F è «principalmente un problema di come farlo sapere agli altri, a chi dirlo o no». Perché è un dodicenne normale, va a scuola, in piscina, a teatro, gli piacciono J-Ax, Pif, il rap. Non pensa sempree solo alla malattia, sono i sani che gli impediscono di fare una vita come tutti. Questo lo narra in prima persona, nel libro scritto con Francesco Casolo, presente oggi. Con Antonella Mariotti, giornalista.

 

IL SALONE OFF AI MAGAZZINIOZ

Due gli appuntamenti da mettere a calendario, uno musicale e uno dedicato ai più piccoli.

Venerdì 19 maggio alle 21 - Antonio Di Martino e Fabrizio Cammarata

I due cantautori palermitani presentano il libro scritto a due mani “UN MONDO RARO. VITA E INCANTO DI CHAVELA VARGAS. Il libro, con una prefazione di Pino Cacucci, racconta la vita di Chavela Vargas(1919-2012), una delle voci più importanti dell’America Latina, arrivando, dopo gli ottant’anni, alla fama mondiale.
Una vita fra tequila, canzoni d’amore, passioni impossibili e magia.
In Italia non esiste nessuna pubblicazione su questa "Edith Piaf messicana", amante di Frida Kahlo, musa di Almodòvar e icona omosessuale che ha infranto gli schemi di un intero secolo.
Letture e musica.

 

Domenica 21 maggio alle 17.30 – arriva la scrittrice e blogger Enrica Tesio

Per un incontro dedicato ai bambini: leggerà estratti dal libro Cipì di Mario Lodi, storia di un passerotto più curioso e ribelle degli altri fratelli, con la voglia di esplorare il mondo.
L’impazienza di conoscere ciò lo circonda, porta Cipì a vivere delle importanti avventure e a misurarsi con grandi esperienze ed imprese.

Una magia lunga 10 anni

In occasione del decennale di CasaOz, ritornano le serate charity organizzate ai MagazziniOz per sostenere le attività e i progetti di CasaOz, dedicati ai bambini malati e alle loro famiglie.

Giovedì 18 maggio, dalle ore 18.30, saranno ospiti per una serata “magica” tre maghi, illusionisti, mentalisti noti al grande pubblico: Raul Cremona, Christopher Castellini ed Edoardo Pecar. Gli ospiti parleranno di sé, della propria vita professionale, delle proprie difficoltà e vittorie, per raccontare come "si può fare", anche con un pizzico di magia.

Dopo l'incontro sarà servita una cena in piedi con gli ospiti.

La serata è aperta al pubblico con una donazione di 50 euro a persona ed è sostenuta grazie al supporto di Reda, azienda partner dei MagazziniOz: grazie a ciò, l'intero incasso sarà ricevuto direttamente da CasaOz.
Quota ridotta per bambini al di sotto dei 12 anni – contattaci per maggiori informazioni!

Per iscrivervi e partecipare alla serata, potete:

• donare la vostra quota (contributo minimo 50 euro a persona) presso la sede di CasaOz (Corso Moncalieri 262) o MagazziniOz (Via Giolitti 19/A), in contanti o tramite pos.
• effettuare un bonifico all’IBAN IT40X0200801006000040434630, specificando nella causale nome, cognome, indirizzo mail e dicitura ‘contributo Si può fare’.
• potrete prenotare il vostro posto e versare la vostra donazione tramite sito internet, attraverso il circuito sicuro PayPal indicando il numero di persone e cliccando sul bottone qui sotto.




Per qualsiasi informazione, potete scrivere a info@magazzinioz.it o chiamare allo 011 0812816.

Prenota a cena



GIOVEDì VENERDì e SABATO dalle 19 alle 23
OPPURE

Prenotazione conclusa!

Grazie per esserti registrato a uno dei nostri corsi.
A breve riceverai la nostra conferma via mail, a presto!

Clicca qui per tornare alla pagina dei corsi

Clicca qui per tornare alla homepage




Gulp! Tutti fanno fumetti

 a cura di Revejo

Descrizione
Gulp! è un laboratorio di fumetto per giovanissimi appassionati, dove i fumetti si inventano, si disegna si colorano. In ogni lezione realizza una pagina di un fumetto umoristico. Si parte dalla sceneggiatura e della costruzione dei personaggi.
Al termine di ogni laboratorio, tutti bambini torneranno a casa con un vero fumetto ideato e disegnato da loro!
Dopo un brevissimo approccio teorico, su come si crea una storia per fumetti, i ragazzi inizieranno a lavorare e impareranno anche disegnare i loro personaggi preferiti.
Info utili
Numero minimo* di partecipanti: 7
Numero massimo di partecipanti: 15
Costo percorso intero: €60,00
Costo incontro singolo: €25,00
Età: dagli 6 ai 13 anni
Quando
Date: 22 aprile, 20 maggio e 10 giugno
Orario: 17:00 – 19:00

*nel caso in cui il numero minimo di partecipanti non fosse raggiunto, il corso verrà annullato e/o posticipato a nuova data; in questo caso, sarà nostra cura contattare le persone già iscritte.

ISCRIVITI

L’ABC del disegno

a cura di Sofia Rondelli 

Descrizione
Questo corso si rivolge a tutti coloro che vorrebbero cimentarsi nella modalità espressiva del disegno artistico. Riceverai tutte le nozioni tecniche per impadronirti degli strumenti e il docente ti seguirà, passo dopo passo, nella corretta realizzazione di una composizione studiata dal vero.

Scopri l’artista che è in te! Insieme daremo voce alla tua creatività!

– Introduzione teorica sulla strumentazione del disegno
– Breve relazione storica sul disegno dei grandi maestri italiani
– La leggerezza del segno
– Studio dal vero di una composizione geometrica
– Il chiaro-scuro: lo sfumato e il tratteggio
– Classificazione delle ombre

Info utili
Numero minimo* di partecipanti: 5
Numero massimo di partecipanti: 10
Costo: €40.00
Età: a partire dai 25 anni
Quando
Date: 04, 11 Maggio**
Orario: 19:00 – 21:00

*nel caso in cui il numero minimo di partecipanti non fosse raggiunto, il corso verrà annullato e/o posticipato a nuova data; in questo caso, sarà nostra cura contattare le persone già iscritte.
**le lezioni non possono essere acquistate singolarmente

ISCRIVITI

Giocafiabe – Corsi per bambini

“Cosa sarebbe successo se…”
a cura di Giocafiabe

Descrizione
Tutti voi conoscete la fiaba di Biancaneve, la trama, i personaggi; qualcuno si è mai chiesto cosa sarebbe successo se…
Noi di Giocafiabe, si! Insieme ai vostri bambini inventeremo situazioni alternative, nuovi personaggi, scoprendo un diverso ed imprevedibile finale.

Info utili
Numero minimo* di partecipanti: 6
Numero massimo di partecipanti: 15
Costo: €10.00, compresa piccola merenda
Età: 5-11 anni

Quando
Data: 18 Marzo
Orario: 16:45 – 18:45

*nel caso in cui il numero minimo di partecipanti non fosse raggiunto, il corso verrà annullato e/o posticipato a nuova data; in questo caso, sarà nostra cura contattare le persone già iscritte.

ISCRIVITI