STORIE DI VITA E QUOTIDIANITÀ

Dal 26 settembre al 24 ottobre 2017

I MagazziniOz ospitano una mostra fotografica dei primi 10 anni di CasaOz,
luogo di accoglienza per i bambini che incontrano la malattia e le loro famiglie,
una casa vera e propria dove ritrovare la quotidianità perduta

MagazziniOz
Via Giolitti, 19 – Torino
Ingresso libero

Torino. Marco è stato il primo bambino a varcare la soglia. Era il maggio 2007. Da quei primi passi fatti con lui, i bambini passati a CasaOz sono stati quasi 2000. E con loro, le famiglie, gli educatori, i volontari. Nasce da questi volti “10 anni di CasaOz: storie di vita e quotidianità”, un racconto per immagini di una vera e propria casa, che, da un decennio, accoglie, sostiene e accompagna i bambini e i loro nuclei familiari quando si trovano a vivere l’esperienza della malattia e della disabilità, qualunque essa sia.

In un decennio CasaOz è cresciuta, ha consolidato i servizi e ampliato l’offerta di attività pensate per recuperare quotidianità e uscire dall’isolamento sociale provocato dalla malattia stessa. Ha visto bambini combattere la malattia. Ha aiutato genitori a non arrendersi di fronte alle difficoltà. Ha reso naturale la disabilità. Ha festeggiato compleanni. Ha stimolato la creatività dei bambini e dei ragazzi attraverso la musica, il teatro, la radio. Ha contribuito a garantire alle famiglie momenti di svago e di spensieratezza. Di tutto questo percorso esiste una traccia forte: le fotografie. La miglior testimonianza di tutto ciò che è stato, continua a essere e sarà grazie al sostegno di chi crede nei progetti della onlus.

Le fotografie, scattate da Paolo Saglia e Davide D’Ambra, raccolte lungo questi 10 anni e scelte per l'occasione, sono esposte lungo quattro percorsi – “quotidianità che cura”, “incontrarsi a casa”, “bellezza nella vita”, “essere bambini” – e descrivono cosa significa davvero accogliere e donare ogni giorno. A tradurre le immagini in parole, la scrittrice Chiara Gamberale, che, nell’inedito testo che introduce la mostra, inizia raccontando la prima sensazione vissuta varcando la soglia di CasaOz: “Entri a Casa Oz ed eccola lì che ti arriva addosso, subito. Pazza, inesorabile, saggia, lenta, velocissima, arrendevole e prepotente: la vita”.

A ospitare l’esposizione, i MagazziniOz, luogo di incontro, formazione e studio nel centro della città di Torino, che include un negozio, una caffetteria e un ristoro. Nati nel 2014 su iniziativa di CasaOz, sono una cooperativa sociale pensata e realizzata per promuovere e dare sostegno al progetto e al servizio sociale della onlus, grazie in particolare alla formazione professionale e all’inserimento lavorativo di giovani con disabilità o affetti da patologie croniche.

“Da 10 anni aiutiamo le famiglie ad affrontare uno dei momenti più difficili della vita, la malattia di un figlio – dichiara Enrica Baricco, Presidente di CasaOz – Raccontare il sociale si può e per questo primo decennale abbiamo scelto di farlo attraverso i volti, i sorrisi, le persone che hanno varcato CasaOz. Da queste immagini si inizia a guardare al futuro con nuovi obiettivi da raggiungere, forti delle esperienze passate e dei risultati raggiunti nel corso degli anni”.

A sostenere la mostra, SKF Italia, le cui “attività volte a garantire un contributo positivo alle comunità in cui l’azienda opera - spiega il direttore della comunicazione di SKF Italia Roberto Zaina - spaziano dal sostegno allo sport e della cultura fino all’aiuto per chi si trova in situazioni di difficoltà. Per questa ragione, a partire da quest’anno SKF Italia ha deciso di supportare concretamente CasaOz e siamo orgogliosi di essere tra coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questa mostra – ha concluso Zaina – che sottolinea il grande impegno profuso durante questi primi 10 anni di lavoro”.

La mostra è realizzata inoltre grazie alla disponibilità e alla collaborazione di Reale Mutua, a fianco della onlus da anni, e al supporto tecnico di Nikon.

Ingresso libero alla mostra.
dal martedì al sabato dalle 11 alle 19